Piante grasse & idee décor

Oltre ai mobili e gli accessori, le piante possono contribuire in maniera eccellente ad arredare il tuo appartamento o spazio di lavoro.
Le piante grasse sono ottime come piante da interni specialmente nelle case con molto spazio e negli uffici moderni, l’ideale è inserirle in una libreria a cubi come consigliano i negozi arredamento Roma nell’articolo Mobili Per Ufficio Roma, di seguito un po’ di consigli su come curare le tue piante grasse da interni, e ottenere da loro la migliore resa possibile.

generale
Innaffiature: nel periodo estivo, quando sono coltivate all’aperto, anche loro risentono del caldo torrido, quindi vanno innaffiate una o due volte alla settimana ma solo quando il terriccio è secco.
Terreno: per avere buoni risultati, usa un terriccio specifico per piante grasse ricco di sabbia, che favorisce il drenaggio ed evita dannosi ristagni d’acqua.
Esposizione: durante i mesi caldi, tienile all’aperto in piena luce evitando il sole diretto per troppe ore.
Rinvaso: crescono molto lentamente, quindi non è necessario farlo annualmente, ma soltanto ogni quattro o cinque anni alla ripresa vegetativa, all’inizio dell’estate.
Utilizza un vaso in terracotta più grande e non comprimere troppo il terreno, per non danneggiare le radici superficiali. Quando le maneggi, ricordati di proteggere le mani dalle spine indossando spessi guanti in gomma.
Lo sapevi che le piante grasse vanno spolverate?
Tra le spine si può annidare della polvere, o residui di altre piante e fiori.
Con molta delicatezza usa un vecchio spazzolino per ripulirle.
Durante l’acquisto, per evitare di trovare brutte sorprese… controlla che non ci siano macchie scure o marciumi sulla base e sulla cima delle pianta. Evita quelle colorate chimicamente!
Le piante grasse se in difficoltà lanciano messaggi di S.O.S. :
– Quando le lasci in una zona con poca luce, l’apice si assottiglia e sbiadisce diventando più piccolo del fusto. È un chiaro messaggio di aiuto.
Rimedia portandole in una zona più luminosa. Sono low cost sì, perché le puoi moltiplicare con facilità per talea.
Prendi dalla pianta madre alcune foglie o il germoglio più rigoglioso e infilali nel terreno senza bagnarlo. Dopo qualche settimana vedrai che risultati!

Per saperne di più, segui sul web gruppi di appassionati che si scambiano talee e consigli green oltre a rimanere sempre aggiornato sul sito di ArrediOutlet.